info@consultingsei.it | Via Francesco Franchi, 5 - 64100 Teramo (TE)
Lun-Gio: 09-13, 15-17 | Ven: 09-13

Rischio caldo: nota INL agli Ispettorati

Fonte: redazione S&I

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, il 13 luglio 2023, ha inviato la nota prot. n. 5056 avente per oggetto “Tutela dei lavoratori sul rischio legato ai danni da calore” agli Ispettorati interregionali e territoriali del lavoro per richiamare l’attenzione sui profili di tutela dei lavoratori per i rischi legati ai danni da calore, in vista delle condizioni climatiche estreme. Nella nota si forniscono vari riferimenti e integrazioni per l’indagine sulla valutazione dei rischi da stress termico e l’individuazione delle relative misure di mitigazione, tra cui:

  • la documentazione sul Portale Agenti Fisici nella Sezione “Microclima”;
  • i contenuti informativi reperibili sul sito Inail, che riportano informazioni relative alle strategie e tecniche di misura dello stress termico e alle relative norme tecniche di riferimento;
  • i materiali connessi al progetto Worklimate, reperibili sul sito istituzionale INAIL, tra cui la “Guida informativa per la gestione del rischio caldo”, che contiene informative per i datori di lavoro e un decalogo dedicato alla prevenzione;
  • la pubblicazione dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) “Heat at work – Guidance for workplaces”, che fornisce indicazioni pratiche su come gestire e ridurre i rischi associati all’esposizione al calore nell’ambiente di lavoro, e informazioni sulle patologie connesse al calore;
  • gli strumenti e le metodologie che possono contribuire al monitoraggio preventivo ed alla valutazione, alla formazione ed alla predisposizione di misure di mitigazione e di contenimento dei rischi ambientali nei processi di lavoro, ad esempio i calcolatori da stress termico.

La nota dell’INL è un importante richiamo alla responsabilità dei datori di lavoro e dei lavoratori nel prevenire e gestire i rischi legati al calore che possono avere gravi conseguenze sulla salute e sulla sicurezza. (ndr: si tratta di un tema sempre più attuale e rilevante, vista l’aumentata frequenza e intensità degli eventi climatici estremi causati dai cambiamenti climatici).

La nota dell’INL fornisce una serie di riferimenti e integrazioni utili per l’indagine e la valutazione dei rischi da stress termico, ma non specifica quali siano le soglie di temperatura e umidità oltre le quali si configura il rischio caldo e quali siano le modalità di intervento in caso di emergenza. (ndr: sarebbe opportuno che l’INL fornisse delle indicazioni più chiare e uniformi a livello nazionale, per evitare possibili interpretazioni divergenti o lacune normative).

Inoltre, la nota, evidenzia la necessità di una formazione adeguata dei lavoratori sui rischi legati al calore e sulle misure di prevenzione e protezione da adottare, nonché di una informazione costante sulle condizioni meteo-climatiche e sui sistemi di allerta. (ndr: si tratta di aspetti fondamentali per la sensibilizzazione e la partecipazione dei lavoratori alla gestione del rischio caldo, che richiede una collaborazione tra tutte le parti coinvolte).

Scopri come contattarci
Inizia la Tua Esperienza con Noi
Ultime Novità
21
Feb
RLS Sent. n. 38914 Cass. Penale Sez. 4 del 25/09/23
Fonte: redazione S&I
19
Jul
Rischio caldo: nota INL agli Ispettorati
Fonte: redazione S&I
21
Jun
Obblighi e responsabilità nel noleggio: le modifiche del D.L. 04/05/23 n. 48
Fonte: redazione S&I
17
Feb
Lavoro agile e smart working: c'è differenza?
Fonte: redazione S&I
TUTTE LE NOVITÀ
CNAI
La Sede Provinciale di Teramo, grazie ad un’impostazione innovativa e alle elevate competenze dei consulenti presenti, è in grado di offrire servizi efficienti dai risultati certi.
Via Francesco Franchi, 5
64100 Teramo (TE)
(in prossimità del polo INAIL)
0861 1991571
Copyright © 2024 S&I Consulting. Tutti i diritti riservati - P.IVA: 01740760671
Condizioni e termini di utilizzo - Privacy - Note legali - Dati societari - Cookie Policy