info@consultingsei.it | Via Francesco Franchi, 5 - 64100 Teramo (TE)
Lunedì/Venerdì 08:45 - 13:15 / 14:45 - 18:15

COVID19 - Le novità sulla validità del Green Pass - DL n. 5 del 04/02/22

Fonte: Centro studi CNAI

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2022 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 5 del 4 febbraio 2022, recante "Misure urgenti in materia di certificazioni verdi COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività nell'ambito del sistema educativo, scolastico e formativo".

Tra le novità introdotte dal provvedimento si segnalano le seguenti:

  • validità illimitata delle certificazioni verdi COVID-19 rilasciate dopo la somministrazione della terza dose o a seguito di guarigione successiva al ciclo vaccinale primario o alla somministrazione della relativa dose di richiamo;
  • per coloro che sono in possesso del Green Pass Rafforzato, sono eliminate le restrizioni previste nelle zone rosse;
  • per coloro che provengono da uno Stato estero e sono in possesso di un certificato di avvenuta guarigione o avvenuta vaccinazione (con un vaccino autorizzato o riconosciuto come equivalente in Italia), nel caso in cui siano trascorsi più di 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale o dalla guarigione, è consentito l'accesso ai servizi e alle attività per i quali è previsto il Green Pass Rafforzato previa effettuazione di un test antigenico rapido (validità 48 ore) o molecolare (validità 72 ore).

Il Decreto è in vigore dal 5 febbraio 2022.


DURATA DI VALIDITÀ DELLE CERTIFICAZIONI VERDI

Il DL n. 5/2022 prevede che la certificazione verde COVID-19 ha validità illimitata, e pertanto non sono necessari ulteriori dosi di richiamo, qualora sia stata rilasciata:

  • a seguito di somministrazione della dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario, ossia in caso di somministrazione della terza dose (cd. dose booster);
  • a seguito di guarigione successiva al ciclo vaccinale primario o alla somministrazione della relativa dose di richiamo.

Nel primo caso, la certificazione ha validità a partire dalla somministrazione della dose di vaccino e nel secondo caso dall'avvenuta guarigione.


QUARANTENA E AUTOSORVEGLIANZA

Il Decreto in esame estende l'applicazione della deroga all'obbligo di quarantena precauzionale - per coloro che, nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione o successivamente alla somministrazione della dose di richiamo, hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 - a coloro che sono guariti successivamente al completamento del ciclo vaccinale primario.

Resta fermo l'obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 fino al 10° giorno successivo alla data dell'ultimo contatto stretto con il positivo e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell'antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al 5° giorno successivo alla data dell'ultimo contatto.


MISURE PER COLORO CHE PROVENGONO DA STATI ESTERI

Con riferimento ai soggetti provenienti da uno Stato estero e in possesso di un certificato rilasciato dalle competenti autorità sanitarie estere di avvenuta guarigione o di avvenuta vaccinazione anti SARS -Cov-2 (con un vaccino autorizzato o riconosciuto come equivalente in Italia), il DL n. 5/2022 prevede quanto segue:

  • nel caso in cui siano trascorsi più di 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario o dall'avvenuta guarigione da COVID-19,
  • è consentito l'accesso ai servizi e alle attività per i quali sul territorio nazionale sussiste l'obbligo di possedere il Green Pass Rafforzato (comma 2, lettere a), b) e c -bis, articolo 9-bis DL n. 52/2021, cfr. Aggiornamenti AP nn. 19/ 2022; 554/2021; 208/2021),
  • previa effettuazione di test antigenico rapido o molecolare (con esito negativo), avente validità di 48 ore dall'esecuzione se antigenico rapido o di 72 ore se molecolare.

L'effettuazione del test antigenico non è invece obbligatoria in caso di avvenuta guarigione successiva al completamento del ciclo vaccinale primario.

Nel caso di vaccinazioni con vaccini non autorizzati o non riconosciuti come equivalenti in Italia, l'accesso ai servizi e alle attività sopraindicati è comunque consentito previa effettuazione di test antigenico rapido o molecolare avente validità di 48 ore dall'esecuzione se antigenico rapido o di 72 ore se molecolare.


EFFICACIA GREEN PASS NELLE ZONE ROSSE

Per coloro che sono in possesso del Green Pass Rafforzato, vengono eliminate le restrizioni previste nelle zone rosse.

Pertanto, è consentita anche nella zona rossa la fruizione dei servizi, lo svolgimento delle attività e degli spostamenti, limitati o sospesi ai sensi della normativa vigente e consentiti esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19 (vaccinati o guariti da infezione da COVID-19), nonché ai minori di anni 12 ed ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale, nel rispetto della disciplina della "zona bianca".


Leggi anche GREEN PASS BASE: obblighi, attività escluse e gestione privacy

Scopri come contattarci
Inizia la Tua Esperienza con Noi
Ultime Novità
02
May
COVID19, cosa cambia dal primo maggio
COVID19, cosa cambia dal primo maggio
27
Mar
Dal Governo allentamento misure anti COVID
Fonte: redazione CNAI
27
Mar
Novità introdotte dalla Legge 215-2021: appalti, subappalti e nomina del Preposto
Fonte: redazione S&I
09
Feb
COVID19 - Le novità sulla validità del Green Pass - DL n. 5 del 04/02/22
Fonte: Centro studi CNAI
TUTTE LE NOVITÀ
CNAI
La Sede Provinciale di Teramo, grazie ad un’impostazione innovativa e alle elevate competenze dei consulenti presenti, è in grado di offrire servizi efficienti dai risultati certi.
Via Francesco Franchi, 5
64100 Teramo (TE)
(in prossimità del polo INAIL)
0861 1991571
Copyright © 2022 S&I Consulting. Tutti i diritti riservati - P.IVA: 01740760671
Condizioni e termini di utilizzo - Privacy - Note legali - Dati societari - Cookie Policy